Giorno della Memoria 2021

postato in: Attività, Senza categoria | 0

A causa delle restrizioni dovute all’emergenza Covid-19, quest’anno per il Circolo non è possibile organizzare alcun evento in occasione del Giorno della Memoria.
Per questo motivo abbiamo pensato di suggerirvi qualche film e qualche libro che trattano il tema della Shoah, per invitarvi a riflettere e ricordare anche se siamo costretti nelle nostre case.

FILM

Jojo Rabbit di Taika Waititi (2019)
Una favola nera in cui un giovane tedesco fanatico del nazismo ha come amico immaginario proprio Adolf Hitler. Il ragazzino viene però sbalordito dall’incontro con una ragazza ebrea che sua madre nasconde nella loro casa.

Operation Finale di Chris Weitz (2018)
Negli anni 60 un agente del Mossad rintraccia e cattura il tenente colonnello delle SS Adolf Eichmann, che era sfuggito al processo di Norimberga facendo perdere le sue tracce in Argentina.

Un sacchetto di biglie di Christian Duguay (2017)
In Francia, due giovani fratelli ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale cercano di sfuggire agli occupanti nazisti con coraggio, intelligenza e ingegno nel tentativo di sopravvivere all’Olocausto.

Essere o non essere di Alan Johnson (1983)
Remake del film “Vogliamo vivere!” (Ernst Lubitsch, 1942), che accentua il lato comico della vicenda ambientata in Polonia nel 1939. Interpretato da Mel Brooks.

I grandi classici
“Schindler’s List” di Steven Spielberg (1993)
“La vita è bella” di Roberto Benigni (1997)
“Train de vie – Un treno per vivere” di Radu Mihaileanu (1998)
“Il pianista” di Roman Polanski (2002)

 

LIBRI

Un sacchetto di biglie di Joseph Joffo (1973)
Romanzo autobiografico da cui è stato tratto il film omonimo.

L’isola in via degli uccelli di Uri Orlev (1981)
Nel 1943 un ragazzino ebreo di 11 anni è rimasto solo a Varsavia e si rifugia in un edificio abbandonato, creando un’isola segreta dalla quale esce solo di notte per procurarsi il cibo.

I ragazzi di Villa Emma di Giuseppe Pederiali (1989)
La storia vera dei profughi ebrei che durante la Seconda Guerra Mondiale trovarono rifugio a Villa Emma, nei pressi di Nonantola.

Destinatario sconosciuto di Kressman Taylor (2009)
Piccolo romanzo epistolare che racconta la storia di due amici, uno è tedesco e l’altro ebreo americano, che negli anni ‘30 si ritrovano separati dalla Storia.

In Svizzera la cioccolata è più buona di Marta Palazzesi, illustrato da Sara Vivan (2015)
Un bambino italiano aiuta un bambino ebreo braccato dai tedeschi a mettersi in salvo in Svizzera, in una corsa alla libertà lunga e piena di ostacoli.

In piedi nella neve di Nicoletta Bortolotti (2015)
Una ragazzina racconta la “Partita della morte” giocata nel 1942 dalla squadra di calcio ucraina Dinamo Kiev contro i nazisti.

Questa sera è già domani di Lia Levi (2018)
Un romanzo che offre una sorprendente analogia tra la questione degli ebrei in fuga da Austria e Germania nel 1938 e il dramma dei rifugiati dei giorni nostri.

 

“L’indifferenza è più colpevole della violenza stessa. È l’apatia morale di chi si volta dall’altra parte: succede anche oggi verso il razzismo e altri orrori del mondo. La memoria vale proprio come vaccino contro l’indifferenza.”

Liliana Segre, 2018

I commenti sono chiusi.